Riuscire a organizzare nel modo migliore la vetrina del proprio negozio è tanto importante quanto la sua pulizia. Sebbene si possano adottare tecniche pratiche e veloci per eliminare la polvere e lo sporco dagli espositori per vetrine, in molti casi è difficile offrire alla clientela un’esposizione perfetta a causa del flusso d’aria continuo o dei tanti clienti che entrano ed escono dal negozio.

Ma come si possono pulire gli espositori per vetrine in modo efficace senza perdere troppo tempo? Oggi vedremo di rispondere a questa domanda.

Espositori per vetrine: come devono essere puliti

Spesso ci si focalizza sulle tecniche oppure sui prodotti da utilizzare per eliminare lo sporco dalle vetrine del proprio negozio, ma fortunatamente ci sono diversi metodi per pulire gli espositori per vetrine.

Uno degli approcci più efficaci per pulire le vetrine non richiede l’utilizzo né di detergenti né di detersivi. Infatti, basta diluire, in uno spruzzino pieno d’acqua tiepida, circa mezzo bicchiere di aceto e mezzo di alcool denaturato, con l’aggiunta al massimo di una goccia di detersivo per piatti.

Per pulire al meglio la vetrina del proprio negozio si può utilizzare anche il classico panno in microfibra oppure la carta di giornale accartocciata, in modo da eliminare anche i possibili aloni e soprattutto la comparsa di graffi.

Fortunatamente ci sono diversi trucchi per pulire gli espositori per vetrine senza lasciare aloni o macchie spiacevoli. Uno di questi è scegliere il momento giusto per farlo e non improvvisare: è consigliabile scegliere una giornata nuvolosa oppure un momento di tempo libero in cui il sole non batte direttamente sulle finestre.

La fonte di calore asciugherebbe, infatti, la superficie vetrata prima del tempo necessario lasciando aloni e rendendo inutili le pulizie appena effettuate. Inoltre, per pulire e asciugare i vetri per bene bisognerebbe procurarti alcune spugne in microfibra, panni di cotone e un tergi vetro, in modo da velocizzare tutto il processo.

Espositori per vetrine: i prodotti da usare per non rovinare i materiali

Come per ogni pulizia, la tipologia di prodotti utilizzati può fare la differenza al fine di evitare che gli espositori si rovinino dopo poco tempo. Un’efficace pulizia degli espositori per vetrine, senza aloni, si può realizzare solo se si scelgono i detersivi per i vetri opportuni.

Si può optare per una soluzione naturale oppure per specifici detergenti acquistabili da negozi di terze parti, con risultati simili, ma con costi nettamente diversi. Naturali e non si possono adottare più approcci alla pulizia, tra le soluzioni a costo quasi zero, che vengono utilizzate di più e risultano molto efficaci troviamo quella con acqua e aceto.

Per preparare la soluzione ci vogliono pochi minuti, bisogna mescolate 100 ml di aceto in mezzo litro d’acqua calda e mettete il composto in un contenitore spray. Bisogna applicare la la miscela su un panno. L’aceto ha la capacità di contribuire e a rimuovere lo sporco in quanto è uno sgrassante naturale.

Sebbene questa soluzione sia pratica e a costo quasi zero, si possono utilizzare anche altri prodotti per pulire gli espositori per vetrine. Le formule più efficaci vengono miscelate in modo che la schiuma pulisca e renda brillanti i vetri sporchi, senza dover necessariamente ripassare la soluzione più volte.

Negli ultimi anni sempre più negozi e professionisti amano utilizzare prodotti naturali per pulire gli espositori per vetrine. Sebbene i prodotti preconfezionati siano delicati, una soluzione naturale garantisce una maggiore tranquillità.

Quando si ha la necessità di pulire bene gli espositori per vetrine si cerca di evitare i prodotti chimici, ma è possibile ottenere degli ottimi risultati anche con i soli metodi naturali? In realtà è possibile applicare diversi metodi naturali per pulire tali elementi senza usare prodotti preparati sinteticamente.

Oltre alla soluzione di acqua e aceto, precedentemente esaminata, è possibile pulire i propri espositori con almeno altri tre metodi, vediamo quali.

  • Sapone: utilizzare una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia. Aggiungendo un cucchiaio di sapone liquido in uno spruzzino con acqua calda e utilizzate la soluzione per pulire gli espositori.
  • Acqua e limone: applicare una soluzione di acqua e succo di limone. Diluire il succo di due limoni in mezzo litro d’acqua e utilizzate la soluzione per pulire gli espositori.
  • Panno umido: si può utilizzare un panno in microfibra umido per rimuovere lo sporco e le impronte digitali dalle superfici.

I consigli pratici per una pulizia ottimale

Oltre all’utilizzo dell’aceto per pulire i vetri, si possono adottare tanti altri accorgimenti per evitare che gli espositori si degradino velocemente.

Per evitare che gli espositori per vetrine si sporchino velocemente, è importante pulirli regolarmente e mantenere l’area circostante pulita e libera da polvere e detriti. Sarebbe opportuno anche evitare di toccare le superfici con le mani sporche o di appoggiare oggetti sugli espositori, ciò può aiutare a prevenire l’accumulo di sporco.

Per avere un’idea più chiara di come approcciarsi alla pulizia degli espositori per vetrine, vediamo alcuni consigli pratici da applicare ogni volta che si vuole effettuare un lavoro perfetto.

  • Detergenti delicati: oltre all’aceto, è sempre consigliabile pulire regolarmente gli espositori con un detergente delicato e un panno morbido per rimuovere lo sporco e le impronte digitali. Alcune soluzioni in commercio sono molto aggressive e ciò influisce sulla resistenza del vetro nel corso del tempo.
  • Detriti: uno dei problemi più rilevanti quando si deve pulire un espositore per vetrine è la presenza di polvere e detriti che possono graffiare e rovinare la superficie. Un approccio oculato è da ricercare nel mantenere l’area circostante pulita e libera da elementi esterni, in modo da evitare graffi o piccoli fori sul vetro.
  • Pulire le mani: errore che si commette spesso, quando si ha la necessità di pulire gli espositori per vetrine, è utilizzare strumenti sporchi. Evitare di toccare le superfici con le mani sporche o di appoggiare oggetti non puliti sugli espositori è indispensabile per ottenere un risultato ottimale ed evitare possibili graffi e aloni.
  • Utilizzo di repellenti: sebbene nella gran parte dei casi non si è portati a utilizzare repellenti per pulire le vetrine, essi possono essere molto utili per ottenere un risultato ottimale. Si può utilizzare un repellente per la polvere oppure uno spray antistatico per ridurre l’accumulo della stessa sulle superfici. In questo modo non ci sarà la necessità in futuro di pulire quotidianamente gli espositori.

Uno dei problemi più fastidiosi, quando si pulisce un espositore per vetrine, è quello di lasciare gli aloni sulla superficie. Ci sono diversi trucchi per pulire gli espositori per vetrine senza lasciare aloni.

Uno di questi è scegliere il momento giusto per farlo e non improvvisare: è consigliabile scegliere una giornata nuvolosa o un momento di tempo libero in cui il sole non batte sulle finestre. Il calore asciugherebbe infatti i vetri prima del tempo necessario lasciando antiestetici aloni e rendendo inutili le pulizie.

Inoltre, per pulire e asciugare i vetri per bene sarebbe opportuno procurarsi alcune spugne in microfibra, panni di cotone e un tergi vetro.

Conclusioni

Pulire nel modo opportuno gli espositori per vetrine è il primo passo per accogliere la clientela e invogliarli all’acquisto dei prodotti esposti. Una pulizia oculata non deve necessariamente caratterizzarsi di prodotti chimici, ma si può optare per soluzioni naturali altrettanto efficaci.

Sicuramente la miscela di aceto e acqua è quella più utilizzata, ma anche il sapone di Marsiglia e il succo di limone possono dare ottimi risultati.

Potrebbe interessarti...